Sentiero della Madonnina – Il sentiero Blu ATTENZIONE MOMENTANEAMENTE NON AGIBILE

Indicazioni del percorso ad anello che dal centro di Colere porta al Santuario della Madonnina e viceversa.

I sentieri colorati sono il risultato di un progetto di recupero di sentieri abbandonati nel comune di Colere curato dal gruppo alpini. Molti percorsi secondari che non rientrano o solo parzialmente nella classificazione del  C.A.I. sono stati recuperati, valorizzati e classificati con diversi colori. Tradizionalmente venivano utilizzati per la raccolta di funghi, legna, strame e piccole bacche; oggi rappresentano un patrimonio tradizionale che mantiene viva la memoria storica di una comunita’.


Percorso:

Il sentiero della Madonnina o sentiero Blu, ha inizio dal centro del paese di Colere, più precisamente dalla Via Riaga: mulattiera che scende a fianco della scuola materna e collega il paese alla piccola frazione Valzella.

In cima all’abitato, svoltando a destra, si raggiunge località Sabbionera lungo un’invitante stradina che attraversa un bosco di faggi, frassini e noccioli.

Una volta lasciata questa stradina scendete a destra imboccando il sentiero vero e proprio che in poco tempo vi condurrà davanti alla cascina ormai diroccata in località Creta e, infine, alla destinazione finale ovvero il Santuario della Madonnina e quindi nella frazione di Dezzo di Scalve.

Il ritorno verso Colere segue lo stesso percorso dell’andata fino in località Creta dove girerete verso sinistra per raggiungere la cascina di Rino di Sotto e imboccare una ripida mulattiera che vi riporterà al ponte sul Rino. Subito dopo il ponte svoltate a sinistra su un sentiero che in pochi minuti vi consentirà di tornare al centro del paese.

Questo itinerario rispetto ad altri non è molto panoramico in quanto si sviluppa quasi interamente nel bosco e verso il fondovalle; ma è comunque particolarmente interessante dal punto di vista naturalistico per la ricca varietà di piante e arbusti che potrete incontrare.